Notizie dai “nostri” ospedali: Nepal

Nonostante la pandemia ci abbia impedito lo scorso anno di realizzare la nostra consueta missione in Nepal, continuiamo a tenerci in contatto con il Dottor Kiran Nakarmi, responsabile dell’ospedale di Kirtipur dove vengono trattati pazienti che necessitano di interventi di chirurgia plastica ricostruttiva: parliamo di grandi ustionati, di pazienti con labiopalatosci e malformazioni del volto e degli arti.  Ultimamente il Dottor Nakarmi ci ha relazionato sulle attività che stanno svolgendo grazie al nostro contributo.

E’ già stata utilizzata l’80% della riserva di denaro donata da Interethnos Interplast Italy (3i) per l’acquisto dei medicinali. L’ospedale ha costituito un fondo destinato alla farmacia che elargisce ai pazienti i farmaci necessari, senza far pagare loro nessuna spesa ma attingendo direttamente a questo fondo.

Per i prossimi mesi sono state programmate alcune lezioni a distanza con il Prof. Morselli  espressamente richieste dai chirurghi dell’ospedale . Gli argomenti spazieranno nell’ambito della chirurgia plastica ricostruttiva.

Il Dottor Nakami ci ha inoltre inviato alcune foto realizzate recentemente nel corso di un’operazione su un grande ustionato, che ritraggono il prelievo di cute autologa dal paziente da riutilizzare sul paziente stesso.

Il nostro progetto continua nonostante le forti limitazioni che la pandemia ha imposto. E’ molto importante quindi che il nostro impegno di raccolta fondi non si fermi per poter continuare ad assicurare a questi ospedali un sostegno e a prepararci alle prossime missioni non appena sarà possibile muoversi dal Paese.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *